Lista Esami: A B C D E F G H I L M N O P R S T U V


Aneurisma addominale e cerebrale

 



 

 

 

 

Esami collegati:

Ictus cerebrale, Nausea, Cervello

Morbo di Parkinson, Sclerosi Multipla

Trigliceridi, Colesterolo

Colesterolo HDL, Colesterolo LDL

Omocisteina, Malattia di Alzheimer

Checkup, Pressione del sangue

Preparazione TAC, Radiologia, Dolore

Obesità, Nutrigenetica, Infarto del miocardio

 




 

aneurisma cerebrale addominale

 

L' Aneurisma è la dilatazione permanente di una parte della parete di un vaso venoso o arterioso. Questa dilatazione assume una forma fusiforme (dilatazione uniforme del tubo vasale) o sacculare (aneurismi sacciformi). Gli aneurismi fusiformi colpiscono prevalentemente gli adulti (nel 7% dei casi) mentre quelli sacciformi (nel 90% dei casi) sono congeniti, con localizzazione all'aorta e alle arterie di dimensioni più grandi e che più frequentemente tendono a rompersi nello spazio subaracnoideo in una formazione anatomica conosciuta come Poligono o Circolo di Willis. La rottura del vaso dovuta all'indebolimento della parete arteriosa può provocare un ictus o comunque un'emorragia frequentemente fatale.

L’aneurisma è spesso asintomatico o con sintomi a seconda del settore colpito. Nel caso di un aneurisma addominale, con estensione dal torace all'addome, si può avere la formazione di un rigonfiamento in sede addominale con una caratteristica pulsazione che si avverte ad ogni battito cardiaco. Se l'aneurisma è localizzato all’interno della scatola cranica si può avere un’emorragia cerebrale caratterizzata da un dolore improvviso e acuto nella parte posteriore della testa.

Le cause più frequenti di aneurisma sono l’aterosclerosi e l’ipertensione (aneurismi addominali) oppure dovute alla debolezza congenita o ereditaria delle pareti arteriose (aneurismi cerebrali).
In assenza di complicanze, l’aneurisma arterioso è asintomatico. La sintomatologia compare in caso di complicanze: fissurazione, embolie o rottura dell’aneurisma con emorragia. Il rischio di rottura aumenta in proporzione alle dimensioni dell’aneurisma.

La diagnosi dell’aneurisma richiede un'ecografia del settore sospettato, su un'angio risonanza magnetica o su un'angio tomografia computerizzata. L'elettrocardiogramma può essere utile nel caso vi sia un'interessamento coronarico.

 

prevenzione trattamento

 

La prevenzione si attua con gli stessi criteri adottati per l'aterosclerosi e l’emorragia cerebrale: dieta, esercizio fisico, astensione dal fumo.
Il trattamento di un aneurisma arterovenoso è chirurgico.

 


ictus diagnosi ecografia

 


Esami collegati:


Trigliceridi, Colesterolo HDL, Colesterolo LDL, Lipidogramma, Omocisteina, Oxi Test, Omega 3, Troponina T Cardiaca, Mioglobina, Anticorpi anti-Gad 65 e 67, Colesterolo

Pagine utili:

Medicina Alternativa, Chiropratica, Naturopatica, Ayurvedica, Fitness, Pressione del sangue, Interferenze farmaci, MOC Mineralometria ossea, Menopausa, Morbo di Parkinson, Preparazione TAC, Sclerosi Multipla, Malattia di Alzheimer, Obesità, Nutrigenetica, Infarto del miocardio, Dolore, Coagulazione, Mal di testa, Nausea, Cervello

 


 



 

www.redilab.it

Esami di laboratorio

La nostra pagina su Facebook

Per rimanere sempre aggiornato con le notizie di RediLab puoi iscriverti alla Newsletter e se vuoi puoi scaricare gratuitamente il libro "Esami di laboratorio" in formato pdf. Nella tua casella di posta elettronica, le ultime news pubblicate sulle ultime novità in tema sanitario e i nuovi esami eseguibili. Se hai un iPad scarica gratuitamente l'iBook degli esami di laboratorio.