Fattore intrinseco

 

 

Il Fattore intrinseco è una glicoproteina prodotta dalle cellule parietali dello stomaco.
Favorisce l'assorbimento del ferro e della vitamina B12 dagli alimenti e la digestione delle proteine. Il complesso vitamina B12 - fattore intrinseco si lega ad uno specifico recettore, situato sulle cellule dell'ileo (ultimo tratto dell'intestino tenue), che, tramite un processo di endocitosi, ne permette il trasporto all'interno della cellula per essere utilizzato.
In assenza di fattore intrinseco, la vitamina B12 viene quasi completamente eliminata con le feci. Questo porta ad una carenza della vitamina B12 responsabile di una anemia particolare, detta perniciosa (o megaloblastica).

 



anemia esami analisi


E' consigliabile il digiuno da almeno 8 ore.




assorbimento ferro vitamina


Esami collegati:

Ferritina , Sideremia, Transferrina, Vitamina B12, Acido Folico, Elettroforesi della Emoglobina, Emoglobina Fetale, Emoglobina A2, Mucoproteine, VES, Proteina C (PCR), Reticolociti, Resistenze Osmotiche Globulari, Anticorpi anti-Mucosa Gastrica, Sangue occulto nelle feci, Calprotectina fecale, Anticorpi anti-Endomisio, Anticorpi anti-Gliadina, Transglutaminasi, Test di Coombs

Pagine utili:

Checkup, Intolleranze, Esami radiologici, Gastroenterologia, Gravidanza, Caduta dei capelli, Febbre 2011-2012, Anemia mediterranea, Anemia, Sangue

 




 


 

Malattie e Sintomi

Esami strumentali (Radiologia generale, RMN, TAC, Ecografie, Mammografie, MOC)

 


 

Questo sito è sponsorizzato dal Grupporedi.it.