INR (International Normalised Ratio)

 

 

L' INR (International Normalised Ratio) è un indice creato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità per uniformare, anche tra laboratori che usano reagenti differenti, la misura del Tempo di Protrombina (o tempo di Quick).

L'INR è il rapporto tra il tempo di protrombina determinato in un dato paziente e la media dei tempi di protrombina del laboratorio che esegue l'esame, elevato all'ISI (indice di sensibilita' per confronto con un preparato internazionale di riferimento).
INR = ( PT del paziente / PT media dei controlli del laboratorio) elevato al valore dell'ISI.

Oggi e' lo standard accettato universalmente per il monitoraggio dei farmaci della coagulazione (Warfarina sodica - nome commerciale COUMADIN e l'Acenocumarolo - nome commerciale SINTROM)

I valori normali dell'INR dipendono dal tipo di malattia che ha richiesto il trattamento farmacologico.Il valore ottimale di INR è un numero compreso tra 2 e 3 per tutte le malattie che comportano un aumentato rischio trombotico nel distretto venoso (trombosi venosa, embolia polmonare) e tra 3.0 e 4.5 per i pazienti portatori di protesi valvolari cardiache o per malattie con aumentato rischio trombotico nel distretto arterioso (infarto miocardico).



inr tempo protrombina


Prelievi traumatici e l'eccessiva agitazione del prelievo possono alterare il test.




terapie anticoagulanti orali


Esami collegati:

Trigliceridi, Colesterolo HDL, Colesterolo LDL, Omocisteina, Oxi Test, Fibrinogeno, PTT, Proteina C e S, LAC, Antitrombina III, Guanosina deossidata (8-OHdG), MTHFR, INR, Fattore V di Leiden, Omega 3, D-Dimero

 

Pagine utili:

Fitness, Intolleranze alimentari, Colesterolo e trigliceridi, Checkup, Gravidanza, Infertilita', Coagulazione

 




 


 

Malattie e Sintomi

Esami strumentali (Radiologia generale, RMN, TAC, Ecografie, Mammografie, MOC)

 


 

Questo sito è sponsorizzato dal Grupporedi.it.