Monotest (Test per la mononucleosi)




Il Monotest viene usato come esame di screening nella diagnosi di mononucleosi infettiva da EBV. Per la conferma diagnostica e' opportuno ricorrere alla determinazione degli anticorpi specifici (VCA IgG ed IgA). Il test necessita di controlli ripetuti perche' solo nel 60% dei casi sono presenti anticorpi nella seconda settimana di malattia. Puo' rimanere positivo per 3-6 mesi dall'inizio dei primi sintomi. Il periodo di incubazione è piuttosto lungo e varia dai 30 ai 50 giorni. in genere il tempo di incubazione è inferiore nei bambini.

I sintomi sono abbastanza aspecifici e consistono essenzialmente in febbre, debolezza, mal di gola ed ingrossamento dei linfonodi. La cura della malattia si basa essenzialmente sulla terapia di supporto e quindi antipiretici per la febbre e solo in casi piu' gravi cortisone.

Valori normali:

Negativo



linfoma test


Puo' esserci una falsa positivita' nella rosolia, citomegalovirus, epatite, linfoma ed altre virosi. E' consigliabile eseguire il prelievo a digiuno da 8 ore. Evitare il prelievo subito dopo una eventuale vaccinazione per altri virus (vaccino per l'influenza in particolare)




positivo negativo


Esami collegati:

Emocromo, Mucoproteine, VES, Proteina C (PCR), Monotest (VCA), Transaminasi, LDH ed isoenzimi, NDM-1 Superbatterio, H1N1 Influenza A, Tampone Influenza A

 

Pagine utili:

Checkup, Febbre 2016-2017, Bronchite, Malattie e sintomi, Tosse, Aerosol

 




 


 

Malattie e Sintomi

Esami strumentali (Radiologia generale, RMN, TAC, Ecografie, Mammografie, MOC)

 


 

Questo sito è sponsorizzato dal Grupporedi.it.

Ricerca personalizzata