Polisonnografia




morbo di alzheimer

 

Il Sonno presenta due fasi principali, che si alternano diverse volte durante la notte (4-5 cicli di circa 90 minuti):

la fase Non-Rem e la fase Rem. Un disturbo dell'alternanza di queste due fasi non permette un corretto riposo.

La fase Non-Rem a sua volta e' caratterizzata da 4 stadi: addormentamento, sonno leggero, sonno profondo e fase finale in cui il nostro cervello si rigenera.

La fase Rem è invece caratterizzata da bruschi movimenti degli occhi, tachicardia, aumento della frequenza respiratoria e tipicamente è la fase in cui si sogna.

La polisonnografia è un test diagnostico a cui si sottopongono gli individui con disturbi del sonno.

Durante il sonno, uno strumento apposito, il polisonnigrafo, registra l'attività cerebrale, la respirazione, i livelli di ossigeno, la frequenza cardiaca, la respirazione e i movimenti degli arti arti e degli occhi. Questi parametri vengono analizzati da un medico specialista in disturbi del sonno permettendo così di evidenziare quali potrebbero essere le cause dei disturbi delle varie fasi del sonno. Il test non richiede nessuna particolare precauzione ed è di semplice esecuzione.

La polisonnografia è indicata nei seguenti disturbi del sonno:

Disturbi del movimento quali la sindrome delle gambe senza riposo

Apnee notturne

Narcolessia

Sonnambulismo

Insonnia

 

demenza precoce



 

Esami collegati:

Emocromo, Azotemia, Creatininemia, Esame delle urine, Oxi-Test, Guanosina

Pagine utili:

Pressione del sangue, Interferenze farmaci, Panico-Paura-Ansia, Morbo di Parkinson, Preparazione TAC, Autismo, Epilessia, Geriatria, Schizofrenia, Cervello



 


 

Malattie e Sintomi

Esami strumentali (Radiologia generale, RMN, TAC, Ecografie, Mammografie, MOC)

 


 

Questo sito è sponsorizzato dal Grupporedi.it.

Ricerca personalizzata