Acido Valproico

 

 

L'Acido Valproico viene utilizzato nella terapia di diversi tipi di epilessia (grande male, piccolo male, epilessia mioclonica). Viene somministrato in una-quattro dosi die raggiungendo la massima concentrazione plasmatica in 1-3 ore per la somministrazione per sciroppo, ed in 4 ore per la somministrazione in compresse. L'emivita del farmaco e' di 6-8 ore. In caso di sovradosaggio puo' determinare effetti tossici quali nausea, sedazione, epatotossicita', tremore ed assenza di coordinamento e coagulopatia.

Intervallo terapeutico:

50 - 100 mcg/ml

 



transaminasi effetti collaterali

 

La cirrosi e le epatopatie in genere causano una diminuzione del legame con le proteine, aumentando il volume di distribuzione ed il tempo di dimezzamento del farmaco. L'ipoalbuminemia puo' determinare un aumento delle concentrazioni di acido valproico libero. L'acido interferisce con la fenitoina, la carbamazepina, il fenobarbitale, il primidone. Durante la terapia con acido valproico vanno monitorizzate le transaminasi, le piastrine ed i parametri della coagulazione. Il farmaco, se somministrato ad alte dosi, puo' inibire l'aggregazione piastrinica ed essere epatotossico.
E' consigliabile il digiuno.



sintomi convulsioni epilessia


Esami collegati:


Emocromo, Azotemia, Creatininemia, Esame delle urine

Pagine utili:

Ecografie, Poliambulatori Specialistici, Radiologia, Omeopatia, Medicina Alternativa, Medicina Chiropratica, Medicina Naturopatica, Medicina Ayurvedica, Pressione del sangue, Malattia di Alzheimer, Morbo di Parkinson, Epilessia

 




 


 

Malattie e Sintomi

Esami strumentali (Radiologia generale, RMN, TAC, Ecografie, Mammografie, MOC)

 


 

Questo sito รจ sponsorizzato dal Grupporedi.it.