Piramide alimentare




La Piramide alimentare è nata per avere sotto forma di grafico una rappresentazione di una corretta alimentazione. Alla base della piramide abbiamo gli alimenti che andrebbero maggiormente consumati e con più frequenza, in cima alla piramide quelli sconsigliati o comunque da assumere in piccole quantità e solo poche volte.

Recentemente questa visione è stata reinterpretata alla luce della qualità della cosiddetta dieta mediterranea e in particolare il ruolo dei grassi in una corretta alimentazione. Non tutti i grassi infatti hanno le stesse valenze nutrizionali: nella vecchia concezione tutti i grassi erano collocati verso l’apice della piramide e quindi da sconsigliare. Ora questo ruolo è riservato invece solo ai grassi saturi (per lo più di origine animale, come il burro) mentre i grassi di origine vegetale, olio extravergine di oliva in particolare, vanno collocati verso la base della piramide, prevedendone un consumo quotidiano e in quantità maggiori.

zuccheri e grassi (solo in piccole quantità)

carne, pesce, uova e legumi secchi

latte e latticini

frutta fresca

verdura

cereali e derivati (da assumere maggiormente)

piramide alimentare calorie


Esami collegati:

Colesterolo, Trigliceridi, Colesterolo HDL, Colesterolo LDL, Guanosina, Vomito, Nausea, Oxi- Test, Malattie e sintomi, Gastropanel, Calprotectina Fecale, Esame delle feci, Bulimia, Anoressia, Emorroidi, Nutrigenetica, Obesità, Appendicite, Lingua bianca



 


 

Malattie e Sintomi

Esami strumentali (Radiologia generale, RMN, TAC, Ecografie, Mammografie, MOC)

 


 

Questo sito è sponsorizzato dal Grupporedi.it.

Ricerca personalizzata